Le ultime dal mercato: maxi operazione con l’Atalanta, Pezzella sempre più vicino

12.07.2019 19:00 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Le ultime dal mercato: maxi operazione con l’Atalanta, Pezzella sempre più vicino

Mentre la squadra fatica nel ritiro di Prato allo Stelvio, il direttore Faggiano continua con la ricerca di nuovi giocatori pronti a sposare il progetto Parma. In attesa delle firme di Hernani e Karamoh, il direttore ha virtualmente chiuso con l’Atalanta una maxi operazione che coinvolge il giovane Kulusevski e gli attaccanti Cornelius e Barrow. Prosegue anche il discorso Pezzella con l’Udinese, che starebbe forzando per riuscire ad arrivare in Emilia. Nel fronte uscite si attende l’ufficialità per Pinto al Catania e gli affari con il Trapani. Di seguito, tutte le ultime dal mercato oggi venerdì 12 luglio:

MAXI OPERAZIONE CON L’ATALANTA IN CHIUSURA: nella giornata di ieri una delegazione del Parma formata dal direttore Faggiano e dal presidente Pizzarotti si è incontrata con l’Atalanta al centro sportivo di Zingonia per discutere circa tre tesserati nerazzurri: Andreas Cornelius, Dejan Kulusevski e Musa Barrow. Secondo Sportitalia si sarebbe giunti ad un accordo per portare i tre in Emilia. E se per i due giovani si tratterebbe di un prestito, l’attaccante danese arriverebbe a titolo definitivo.

PEZZELLA SEMPRE PIU’ VICINO: Giuseppe Pezzella è sempre più vicino al Parma. Secondo Il Messaggero, il terzino starebbe forzando con l’Udinese per sbloccare la trattativa per portarlo in Emilia. Il Parma offre un prestito con obbligo di riscatto, a giorni dovrebbe arrivare la fumata bianca.

TRAFFICO IN USCITA: la cessione di Giovanni Pinto al Catania è stata ormai definita, si attende solo la nota ufficiale che potrebbe già arrivare nella giornata di oggi. Andrea Dini e Francesco Golfo sono ad un passo dal tornare al Trapani, che punta anche Scognamillo. Cheddira potrebbe ripartire da Ravenna, mentre su Ceravolo la Cremonese è in vantaggio sul Pescara e sulla Salernitana. Insomma, per le tante operazioni in entrata ce ne sono altrettante in uscita.