Manfredini: "Lazio in forma ma poco concreta, col Parma partita difficile ma da vincere"

12.03.2019 11:58 di Nico D'Agostino   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
Manfredini: "Lazio in forma ma poco concreta, col Parma partita difficile ma da vincere"

Christian Manfredini, ex centrocampista della Lazio, ha parlato del match di domenica col Parma sulle colonne di Cittaceleste.it: "La Lazio ora sta bene fisicamente. La pecca della sfida di Firenze è che se non concretizzi la tante occasioni che crei poi rischi di non ottenere il massimo, e così è stato per i biancocelesti. Correa è fantastico, mi piace molto. Lui e Acerbi in questo periodo stanno giocando a livelli altissimi. L’argentino è un misto tra tecnica, velocità, forza e fantasia. Veramente un gran giocatore.

Domenica arriva il Parma. Quanto sarà importante vincere contro i ducali?
“Sarà fondamentale. La Lazio ha vinto il derby con una gran partita e ha pareggiato fuori casa contro la Fiorentina in uno stadio difficile per tutti. Ovviamente vincere contro il Parma rafforzerebbe tutta la mole di lavoro fatta finora. Uscire dal campo domenica senza i tre punti significherebbe vanificare tutto il buono fatto nell’ultimo periodo. I biancocelesti stanno bene però, quindi non penso che si lasceranno scappare quest’occasione se continueranno a giocare come hanno fatto nei recenti incontri“.

Come arriva la squadra di D'Aversa al match?
“Il Parma nonostante sia una neopromossa sta facendo un gran campionato. Anzi, proprio il fatto che sia tornata quest’anno in Serie A, dimostra che la società, l’allenatore, lo staff e i giocatori stanno lavorando benissimo. Per la Lazio sarà sicuramente una partita da prendere con le pinze. La squadra di Inzaghi non dovrà sottovalutare l’avversario. Il pericolo principale sarà sicuramente Gervinho in contropiede. E poi non si può non menzionare Inglese. Con un Acerbi così in forma però per gli attaccanti del Parma sarà veramente dura. L’importante è che la Lazio giochi come sa“.

Secondo te la Lazio riuscirà a fare bene anche senza Immobile? E cosa ne pensi di una sorta di turnover visti i tanti diffidati?
“No, nessun turnover. Io credo che non serva fare calcoli come accade in coppa con andata e ritorno. Stiamo parlando del campionato, e ogni gara può essere fondamentale per il corso della stagione. La Lazio dovrà vincere a tutti i costi in casa contro il Parma. Per questo penso proprio che Inzaghi non si metterà a fare grandi cambi di formazione. Giocheranno i migliori. L’assenza di Immobile? Sicuramente peserà. L’attaccante napoletano ha dimostrato più volte di essere fondamentale per la Lazio. In compenso però, Caicedo quando è stato chiamato in causa ha reso chiaro di saperci fare".