LIVE! D'Aversa: "Inglese non ci sarà, si è fatto male questa mattina"

18.05.2019 14:33 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Fonte: Dal nostro inviato Mattia Boselli
LIVE! D'Aversa: "Inglese non ci sarà, si è fatto male questa mattina"

14.33 - Fine della conferenza di Roberto D'Aversa.

E' una gara molto sentita da tutta la città:
"Anche il comunicato dei Boys dimostra questo: preservare la categoria è importantissimo per la città intera, ma anche per gli addetti ai lavori. Dobbiamo concludere questo ciclo nel miglior modo possibile. Si è commesso degli errori, certo: ci sta anche la critica, visto che a volte i verdetti del campo sono stati diversi. Prima ancora della società, della squadra, dell'allenatore, è il popolo parmigiano che ha voluto questa risalita. Noi tutti dobbiamo essere bravi a preservare questa categoria, che abbiamo costruito con diversi anni. Quindi abbiamo una grande opportunità".

Potrebbe essere l'opportunità di chiudere il discorso salvezza:
"Siamo sempre stati abituati ad ottenere i nostri obiettivi lottando sul campo fino alla fine, penso anche alla finale con l'Alessandria in Serie C. L'anno scorso a La Spezia nessuno immaginava la promozione all'ultima di campionato. L'importante non è pensare al passato, ma pensare a quella determinazione, con l'obiettivo di vincere la gara. Da quel punto di vista non cambia niente, dobbiamo ritagliarci quel senso di appartenenza da consolidare. Abbiamo un'opportunità importante con il nostro pubblico".

Le sono capitate situazioni simili in carriera?
"Mi riallaccio a quello che ho detto prima. Se ragioniamo sull'obiettivo, è vero che alcune volte non abbiamo fatto risultato, ma ai ragazzi non si può dire nulla sotto il profilo dell'impegno. Il fatto che non siamo riusciti a chiudere prima il discorso salvezza non deve togliere nulla a questa squadra. Dobbiamo ragionare solo su quello che deve essere e dell'obiettivo che dobbiamo raggiungere".

La Fiorentina verrà con uno stato d'animo simile:
"A loro manca la vittoria da tanto tempo, ma sono praticamente salvi. Con Montella hanno alternato alcune prestazioni, a volte hanno fatto meglio nel primo tempo, altre volte nel secondo. Noi sappiamo l'importanza della partita, dobbiamo ragionare solo su quello, indipendentemente dagli altri. Come detto hanno giocatori importanti, recuperano anche Veretout: il campionato ha dimostrato che hanno avuto delle difficoltà, sta a noi cercare di sfruttarle".

Come avete preparato la gara?
"Abbiamo preparato questa gara giorno dopo giorno, partendo da un aspetto psicologico non idilliaco. La partita però si è preparata, come ho detto prima, alimentando quella fiammella per far sì che i ragazzi vadano in campo consapevoli. Noi possiamo determinare la prestazione, non il risultato: si è lavorato per far sì che ci sia la prestazione. Ognuno deve dare il meglio di se stesso".

All'Empoli ci pensate?
"L'unico pensiero è di affrontare la gara come se fosse una finale. Dobbiamo concludere un percorso cominciato anni fa, uniti e compatti, ragionando solo sulla partita. Non dobbiamo pensare ai risultati che arrivano da altre parti. La Fiorentina ha avuto difficoltà a livello di risultati, ma è una squadra di qualità, con giocatori come Muriel e Chiesa, per cui dobbiamo rimanere lucidi e concentrati".

Mancherà Alves, cambierai qualcosa?
"Riccardo si è allenato con tutto il gruppo, potremmo cambiare qualcosa a livello tattico ma deciderò domani. A questo punto del campionato però non conta tanto l'aspetto tattico, quanto l'interpretazione della gara. Sottoscrivo le parole di Lucarelli, la Fiorentina deve giocare contro una città intera. Manca l'ultimo gradino, dobbiamo essere bravi a scavalcarlo".

Kucka come sta?
"Kucka stamattina ha lavorato con la squadra, Siligardi ha fatto differenziato. Ciò che mi preme però è l'importanza della squadra, ognuno di noi deve pensare a fare una grande prestazione. Dobbiamo dare tutti il nostro contributo per raggiungere l'obiettivo".

Prende la parola il mister: "La squadra in settimana ha alimentato quella fiammella affinché possa avere il fuoco dentro per affrontare al meglio la sfida di domani. Siamo consapevoli della sua importanza, dobbiamo affrontarla come una finale. Pensiamo solo alla Fiorentina. Sono tutti convocati, poi chiaramente ci saranno squalifiche e assenze per infortuni. Inglese è convocato ma non è disponibile, si è fatto male questa mattina. Noi però dobbiamo ragionare da squadra indipendentemente da chi scenderà in campo".

14.00 - Oggi è giorno di vigilia: domani scoccherà infatti l'ora della sfida salvezza contro la Fiorentina. Al "Tardini" i gialloblù cercheranno i punti necessari per mantenere la Serie A, cosa che faranno anche i viola. Tra pochi minuti, Roberto D'Aversa introdurrà la sfida in conferenza stampa, rispondendo alle domande dei giornalisti presenti.