Hernani: "Contento di essere qui, cercherò di ripagare la società per i suoi sforzi"

16.07.2019 16:45 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
Fonte: dal nostro inviato a Prato allo Stelvio, Sebastian Donzella
Hernani: "Contento di essere qui, cercherò di ripagare la società per i suoi sforzi"

Hernani è stato uno dei colpi a sorpresa di questo mercato estivo del Parma. Arrivato in ritiro qualche giorno fa, l’ex centrocampista dello Zenit si è concesso alle domande dei giornalisti presenti a Prato allo Stelvio: “Sono molto contento di essere qui, sono conscio dello sforzo che ha fatto la società per portarmi qui in Italia e farò di tutto per ripagarli”.

Il centrocampo è uno dei reparti in cui la società ha lavorato di più, tu sei uno dei rinforzi più importanti:
“Come detto, sono consapevole dello sforzo che ha fatto la società per portarmi qui, così come per altri giocatori, farò di tutto per farmi valere. Il Parma ha una grande storia, farò tutto il possibile per onorarla”.

In che ruolo preferisci giocare?
“Gioco meglio sulla sinistra ma al giorno d’oggi è difficile collocarsi in campo, bisogna essere bravi sia a difendere che ad attaccare. Mi adatto in ogni ruolo pur di giocare”:

Come arrivi di fronte all’obiettivo salvezza? Si può fare di più?
“L’obiettivo che abbiamo è di mantenere la categoria, dovremo lottare partita dopo partita, dopodiché l’importante è fare il meglio possibile e cercare di arrivare più in alto possibile nonostante l’obiettivo principale sia la salvezza”.

Conosci qualcosa di Parma?
“Ho passato tre giorni a Parma, non vedo l’ora di provare i cibi tipici come il Parmigiano e sono molto contento di vivere questa esperienza a Parma”.

L’anno scorso hai segnato un gran gol contro l’Inter, è un segnale di buon auspicio?
“Ovviamente spero sia un buon segnale, si cerca sempre di fare il meglio. L’importante è lavorare molto. Il tiro da fuori è una mia caratteristica, cercherò di utilizzarla anche qui al massimo”.

Hai parlato di Adriano quando sei arrivato, hai scoperto Parma grazie a lui?
“Molti calciatori brasiliani, molte stelle sono passate qui da Parma. Quando ero piccolo seguivo il campionato e vedevo giocare Adriano e anche per questo conoscevo già Parma”.

Con chi hai legato di più in questi primi giorni?
“Per ora non è molto facile perché c’è la difficoltà della lingua e ho potuto parlato solo con Bruno Alves ma tutto il gruppo mi ha accolto bene e anche in campo mi aiutano molto. Il gruppo è fondamentale e mi stanno aiutando ad inserirmi”.