D'Aversa a Sky: "Il pubblico ci ha spinti alla vittoria. Gervinho? Ha detto di non aver visto i compagni, mi fido di lui"

09.03.2019 20:20 di Vito Aulenti Twitter:   articolo letto 1259 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
D'Aversa a Sky: "Il pubblico ci ha spinti alla vittoria. Gervinho? Ha detto di non aver visto i compagni, mi fido di lui"

Intervenuto ai microfoni Sky, il tecnico crociato Roberto D'Aversa ha così analizzato il successo sul Genoa: "Il gol divorato da Gervinho? Gli ho detto che se il Genoa avesse pareggiato, non sarebbe andata bene per lui (ride, ndr). Però mi ha detto che non ha visto i compagni. Di solito lui tecnicamente è molto pulito, ma in questa occasione ha sbagliato lo stop. Quando uno cerca a tutti i costi i gol, poi non lo trova. Tuttavia io credo nella sua buona fede, lui ha detto di non aver visto i compagni. Devo fidarmi di lui, non è mai stato egoista. La mia era una battuta, non montiamo casi".

Siete tornati ai tre punti in casa dopo tanto tempo. Che significato ha questa vittoria?
"C'è da dire che abbiamo affrontato in casa squadre come Inter e Napoli. Però devo dire che oggi si respirava un'aria diversa, il pubblico ci ha dato una grande mano: ci ha spinto anche nei momenti di difficoltà".

Siete arrivati alla vittoria nel modo giusto. Anche l'entrata di Biabiany è stata importante:
"Quando Scozzarella è calato un po', ho pensato di mettere un giocatore di gamba. Biabiany, pur essendo un attaccante, si sacrifica molto e fa entrambe le fasi in maniera egregia. Il secondo cambio è stato forzato, Dimarco aveva i crampi, mentre per il terzo cambio ho deciso di passare a cinque dietro con l'ingresso di Bastoni e Sierralta, entrambi molto bravi nel gioco aereo. Sono due giocatori importanti".

Ora che siete molto vicini alla salvezza, ci sarà un po' più di spazio per Schiappacasse?
"Io sono dispiaciuto, perché oggi si è riscaldato dall'inizio del secondo tempo ma non è entrato. Il ragazzo ha qualità importanti, è un giocatore imprevedibile. Il dispiacere è quello di non riuscire ad accontentare tutti: sicuramente, per come si è allenato in settimana, avrebbe meritato di giocare, però ho dovuto fare delle scelte. In ogni caso avrà tempo e spazio per togliersi le sue soddisfazioni".