Gianni Munari e la Serie A: una storia di otto promozioni in undici anni

05.06.2019 21:26 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Gianni Munari e la Serie A: una storia di otto promozioni in undici anni

Gianni Munari ce l’ha fatta ancora. Il centrocampista dell’Hellas Verona ha conquistato pochi giorni fa la sua ottava promozione in Serie A, la seconda consecutiva dopo quella con il Parma. La storia d’amore che lega Munari alle promozioni inizia dodici anni fa, quando con il Lecce di Papadopulo, Abbruscato e Tiribocchi, conquista la massima serie dopo la vittoria nella finale playoff contro l’Atalanta. L’anno seguente non è fortunato per il Lecce che retrocede subito, ma, con Munari in squadra, la Serie B è una formalità e i salentini risalgono subito in Serie A. Nel 2012 la storia si ripete: dopo sei mesi poco positivi a Firenze, Munari si trasferisce alla Sampdoria, carambolata in Serie B dopo una stagione incredibile iniziata con il preliminare di Champions League contro il Werder Brema. A Genova il classe ‘83 si impone come pedina fondamentale e a giugno festeggia la sua quarta promozione. Segue un altro anno alla Samp e uno al Parma, entrambi in Serie A, prima della parentesi inglese. In prestito al Watford dei Pozzo e allenato da Beppe Sannino, il buon Gianni trascina gli Hornets al secondo posto in Championship, conquistando la Premier League. Non pago, torna in Italia, al Cagliari, giusto in tempo per raggiungere la sua quinta promozione. Dopo un paio di stagioni in cui trova poco spazio in Sardegna, decide di scendere addirittura di due categorie, per tornare a Parma, nel frattempo risalito in Serie C dopo il fallimento. Il resto è storia recente: doppio salto e Serie A fino al prestito di gennaio agli scaligeri. Negli scorsi mesi Faggiano aveva lasciato intendere che per Munari fosse pronto un contratto da dirigente a Parma qualora smettesse ma semmai il centrocampista volesse continuare a giocare per un’altra stagione e, magari, ripartire in qualche squadra di Serie B dovremmo stare attenti: questa squadra avrebbe un vero e proprio talismano delle promozioni.