PL - Bertotto: "Sinigaglia con me titolare fisso. Può giocare con Calaiò, è diverso da Guazzo"

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA
11.02.2017 20:03 di Vito Aulenti Twitter:   articolo letto 910 volte
© foto di Prospero Scolpini/TuttoSalernitana.com
PL - Bertotto: "Sinigaglia con me titolare fisso. Può giocare con Calaiò, è diverso da Guazzo"

Interpellato da ParmaLive.com, mister Valerio Bertotto ha parlato in termini positivi del neo acquisto crociato Davide Sinigaglia, attaccante da lui allenato a Pistoia nell'ultima parte della stagione scorsa: "E' un ragazzo positivo, perbene, un professionista serio. Ha delle ottime qualità, l'ho allenato con molto piacere. Nonostante prima del mio arrivo avesse fatto poco, nel finale di campionato si è fatto trovare pronto, facendo fare un bel salto di qualità alla squadra".

Quali sono le sue caratteristiche tecniche?
"E' un calciatore bravo tecnicamente, molto esplosivo. Ha giocato in carriera come seconda punta, perché le sue caratteristiche sono quelle, però con me ha fatto molto bene anche da punta esterna nei tre d'attacco, in quanto è molto bravo sia ad accentrarsi che nell'uno contro uno. Ha un buon destro, ma gioca molto bene anche col sinistro. Tatticamente è uno che sa lavorare molto bene con la squadra e per la squadra, non posso che parlare bene di Davide".

Lo vedrebbe bene accanto a Calaiò?
"Secondo me potrebbero assolutamente giocare assieme, ma Davide potrebbe fare anche un altro tipo di ruolo qualora l'allenatore glielo chiedesse. Ha ottime capacità e si mette a completa disposizione del proprio allenatore".

Rispetto a Guazzo ha caratteristiche completamente diverse?
"Non sono proprio uguali le loro caratteristiche, perché Guazzo è più una prima punta, uno "di peso", un giocatore d'area. Sinigaglia, invece, è molto bravo ad attaccare gli spazi e a svariare sul fronte d'attacco: può fare molto bene a Parma, anche in un contesto così importante".

Visto il notevole potenziale offensivo del Parma, Sinigaglia non dovrebbe essere un titolarissimo. E' in grado di fare la differenza anche in pochi minuti?
"E' un giocatore che si fa trovare pronto, ha l'esperienza sufficiente per giocare in qualsiasi tipo di squadra. Con me ha giocato sempre titolare, perché si allenava con una ferocia, una voglia e una qualità incredibili. Se un classe 1981 si mette a disposizione del tecnico in questa maniera, vuol dire che ha voglia, fame e capacità. Bisogna capire qual è il suo stato di forma attuale, però ha senz'altro i mezzi per fare la felicità della squadra e dell'allenatore: è un calciatore affidabilissimo".

Per arrivare in alto, è importante avere un gruppo unito. Sinigaglia è uno che fa spogliatoio?
"Assolutamente sì, non ci sono dubbi sul fatto che sia un ottimo ragazzo. Ha qualità morali indubbie, con la sua esperienza può anche dare una mano ai ragazzi più giovani".

Chi la spunterà alla fine nel Girone B?
"Per il momento il Venezia sta dimostrando di avere una continuità di rendimento importante. Il Parma ha avuto qualche problema all'inizio, ma sta venendo fuori alla distanza: conosco molto bene Roberto (D'Aversa, ndr) e so che lavora bene, ci ho giocato assieme a Siena. Gli auguro ogni bene. Ritrovare il Parma nel calcio che conta credo sia un po' il desiderio di tutti quelli che amano il calcio".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA