Il Milan conferma: il Parma se la può giocare con tutti. Ora a centrocampo Dezi scalpita per rientrare

05.12.2018 20:00 di Giuseppe Emanuele Frisone  articolo letto 695 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il Milan conferma: il Parma se la può giocare con tutti. Ora a centrocampo Dezi scalpita per rientrare

La seconda trasferta stagionale a Milano è stata certamente amara per il Parma, a differenza della prima, che invece fu trionfale. Certo, si è discusso molto sugli episodi e sugli eventuali errori del VAR, ma ci sono anche degli aspetti positivi da prendere nella gara di San Siro. Il più evidente è che questo Parma può giocarsela con tutti. Effettivamente è anche quello che abbiamo sempre visto in questa stagione, se si eccettua la trasferta a Napoli, unica occasione in cui il Parma non è praticamente sceso in campo. Ora, il fatto di essere a questo punto della classifica, di poter accarezzare da vicino la zona europea, e di andare a giocarsela con le big del nostro campionato, a inizio stagione non era per niente scontato. Anzi, possiamo tranquillamente dire che il Parma ha sorpreso tutti, ma al tempo stesso quelle che erano delle sorprese ormai sono delle certezze. In tal senso, a prescindere dal risultato, il Milan lo può confermare.

Intanto, il crociato di Alberto Grassi ha fatto crac. Questa purtroppo è una pessima notizia: il giovane centrocampista ha fatto soltanto intravedere ciò di cui è capace con questa maglia, e ciò aumenta le recriminazioni perché è sicuramente un elemento di talento che tanto comodo avrebbe fatto a D'Aversa da qui a fine campionato. Peccato. In tutto questo, c'è da dire che il Parma aspetta di schierare in campo quei giocatori che, a causa di lunghi infortuni, a inizio stagione aveva messo temporaneamente fuori lista. Parliamo di Gianni Munari, ma in particolare di Jacopo Dezi. Proprio nei giorni scorsi, il centrocampista abruzzese aveva detto in un'intervista di essere prontissimo a scendere in campo, dichiarandosi determinato a giocarsi quella Serie A che si è meritato sul campo. Viste le circostanze, a breve potrebbe effettivamente arrivare davvero il suo momento.