Cinque pedine entro domenica, il Parma ha bisogno di forze fresche e vuole dare fiducia a qualche "insospettabile"

01.07.2019 23:45 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
Cinque pedine entro domenica, il Parma ha bisogno di forze fresche e vuole dare fiducia a qualche "insospettabile"

-7 al ritiro e al Parma le mancanze sono ancora diverse: è lecito aspettarsi almeno cinque pedine oltre ad Adorante, il primo acquisto stagionale ed estivo di una squadra che rispetto all'anno scorso sembra intenzionata a cambiare molto, facendo anche scelte difficili (vedi gli addii, a tratti sorprendenti, a Biabiany e Gobbi). La cessione di Brazao, ampiamente attesa, non dispiacerà a nessuno, ma sarà fondamentale accogliere il prima possibile le nuove pedine, cominciando da Sepe e Grassi, pronti a tornare dal Napoli. E come vi abbiamo raccontato anche lo scorso gennaio, dove vanno Sepe e Grassi probabilmente andrà Laurini (stesso agente): per loro l'accordo c'e da una settimana, manca la solita maledetta ufficialità per cui il Parma fa tanto penare i suoi tifosi. E il quarto sarebbe dovuto essere Ciano, anche se le ultime vicende hanno messo in discussione l'affare.

E se i rinforzi venissero dai prestiti? Magari qualche insospettabile, come l'anno scorso furono Golfo e Matino, almeno per la prima parte di ritiro, salvo poi partire in prestito. D'Aversa ha dichiarato di voler giudicare attentamente Matteo Brunori e c'è da credere che non sarà l'unico nome sorprendente nella lista che verrà diramata il prossimo weekend. Anche perchè Adorante ne avrà ancora per parecchio e alcuni giocatori, come Dezi e Sprocati, sembrano essere già con un piede fuori dalla porta. Discorso che vale anche per Ceravolo, ma complice l'addio di Inglese e uno stipendio che poche squadre di C possono pagare, per la Belva è facile che il discorso si sposti ad agosto.