Roma, Di Francesco: "Parma non facile da affrontare: bravi a sbloccarla"

29.12.2018 18:40 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Roma, Di Francesco: "Parma  non facile da affrontare: bravi a sbloccarla"

Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma, è intervenuto in conferenza stampa dopo la vittoria sul Parma.

Serviva questa conferma dopo la vittoria sul Sassuolo.
"L'avevo detto anche in conferenza. Era fondamentale sbloccare questa partita con una squadra non facile da affrontare. Siamo stati bravi nonostante nel primo tempo eravamo un po’ lenti nel palleggio. La linea difensiva ha lavorato bene cercando il fuorigioco e cercando di rimanere alta. Dovevamo fare la partita e siamo stati bravi a interpretarla al meglio, nel secondo tempo la squadra si è anche sciolta. Avremmo potuto fare anche qualcosa in più".

Che problema ha Manolas?
"Muscolare, al flessore. Adesso starà una settimana a casa e si riposerà, l’auspicio è averlo a disposizione per la prossima gara, è da valutare.

Ora una lunga pausa: bene fermarsi o sarebbe stato meglio giocare?
Forse avrei preferito continuare a giocare, c’è una sosta però che credo ci faccia bene. Anche a me, staccare un pochino e riprendere le energie giuste perché ne abbiamo veramente consumate tante dal punto di vista mentale".

Che gara ha disputato il suo centrocampo?
Siamo cresciuti veramente tantissimo, siamo meno sporchi, più puliti, ci muoviamo veramente meglio, oggi Zaniolo non ha fatto una buona prestazione. È un ragazzo che fisiologicamente non è abituato a fare tante gare, però avevo bisogno di lui e lo abbiamo sfruttato, poi è entrato Pellegrini e si è mosso bene tra le linee. Avere più giocatori a disposizione è stato un gran vantaggio, in certi momenti ho avuto solo tre centrocampisti di ruolo".

Con il palleggio si è vista una Roma migliore.
"Lo abbiamo fatto anche nel primo tempo, perché quando fai il 63-64% di possesso vuol dire che stai giocando. La differenza sta nel come si palleggia, eravamo un po’ troppo lenti nel palleggio iniziale. Siamo stati bravi perché non è mai facile sbloccare le partite". 

Nuova rete in un anno quasi magico per Under.
"È già di livello internazionale perché è arrivato in semifinale di Champions, gioca in Nazionale e ha delle qualità importanti. È migliorato tantissimo negli smarcamenti e nella capacità di attaccare la profondità. Questo lo trovi nella continuità e negli atteggiamenti, oltre che nella sua disponibilità e intelligenza calcistica".