Roma, Di Francesco: "Concessa una sola occasione al Parma"

29.12.2018 18:22 di Sebastian Donzella  articolo letto 146 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Roma, Di Francesco: "Concessa una sola occasione al Parma"

Eusebio Di Francesco, nel post-Parma, ha rilasciato un'intervista anche a RomaTV. Queste le parole del tecnico capitolino raccolte da VoceGiallorossa: “Abbiamo dato continuità di prestazione alla partita contro il Sassuolo. Nel primo tempo è stata una gara complicata, me lo aspettavo, avevamo giocatori in campo che erano stanchi dopo aver giocato due partite consecutive in una settimana e di fronte avevamo una squadra che ci aspettava e ripartiva in contropiede. Abbiamo concesso una sola occasione, gestendo sempre bene la linea difensiva. Nel secondo tempo abbiamo migliorato il fraseggio, riuscendo ad essere pericolosi in attacco".

Siete stati abili nell'uscire dalle situazioni difficili.
"Grazie al lavoro, al credere in quello che si fa cercando di dare qualcosa in più. È quello che chiedo sempre ai miei ragazzi: se qualcosa non ci riesce, dobbiamo cercare di dare tutti di più. Io senza di loro non sono nessuno, non vado da nessuna parte. È ovvio che Roma da un punto di vista esterno non ti aiuta tanto, ma questo lo sapevo già da quando ero calciatore. Dobbiamo essere noi bravi a portare la gente dalla nostra parte".

L'atteggiamento difensivo?
"Abbiamo lavorato bene, solo nell'occasione di Siligardi abbiamo sbagliato. Siamo riusciti tante volte a mettere in fuorigioco gli avversari, lavorando tutta la linea insieme, vincendo anche i duelli singoli e questo aiuta. Il difensore deve sempre pensare alla situazione peggiore che può capitare ed agire velocemente". 

È la strada giusta?
"Siamo in crescita costantemente. Il fatto di poter mettere anche solo in panchina determinati giocatori è di grande aiuto, perché sostengono e aiutano i giovani che, da parte loro, stanno crescendo molto, facendo le giocate giuste".

Ora in Coppa con l'Entella.
"Ci aspetta una partita importante, non dobbiamo mai sottovalutare gli avversari”.