Prossimi avversari: Bologna, rossoblu in crisi. Con il Parma per il riscatto

11.11.2019 21:45 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Prossimi avversari: Bologna, rossoblu in crisi. Con il Parma per il riscatto

Archiviata la vittoria prestigiosa contro la Roma, il Parma adesso usufruirà della sosta per riorganizzare le idee, recuperare gli infortunati e pensare al prossimo match. Non sarà una gara come tutte le altre, perché i crociati sono attesi dal derby con il Bologna. Andiamo dunque a fare il punto della situazione sulla squadra felsinea.

L'ULTIMA GARA - Il Bologna è reduce da un altro derby emiliano - seppur certamente meno sentito - dal momento che venerdì scorso i rossoblu sono usciti sconfitti dal match al Mapei Stadium contro il Sassuolo. Un incontro che ha messo in luce tutti i problemi della squadra di Mihajlovic, alle prese con difficoltà di vario tipo. Non ultimo, difficoltà difensive che con il Parma rischieranno di aggravarsi a causa delle squalifiche di Danilo e Bani, anche se i rossoblu dovrebbero riuscire a recuperare il giapponese Tomiyasu. Tra le poche note liete dell'ultimo periodo c'è Orsolini, in gol contro i neroverdi e convocato dalla Nazionale di Mancini. Per il resto, 3 punti nelle ultime 5 gare (e 5 nelle ultime 9) sono un ruolino di marcia decisamente preoccupante.

LA ROSA - I rossoblu hanno cambiato abbastanza la scorsa estate. Hanno salutato giocatori come Pulgar, Ferrari, Helander, De Maio, con il Bologna che ha dunque cambiato parecchio in difesa, dove ha ingaggiato i vari Bani, Tomiyasu, Danilo e Denswil, con Medel in grado di fare anche il centrale. E' in attacco che forse manca qualcosa, dove il riferimento principale è sempre l'eterno Palacio. Non a caso Mihajlovic ha chiesto rinforzi per gennaio, uno per reparto: a centrocampo arriverà Dominguez, mentre il sogno per l'attacco è Zlatan Ibrahimovic. Deludente fin qui il talento danese Andreas Skov Olsen, considerato in estate come uno dei più interessanti colpi di mercato.

COME GIOCA - Lo schieramento del Bologna oscilla tra 4-2-3-1 e 4-3-3. Fondamentale è infatti la posizione del trequartista, che solitamente è Soriano ma che può essere anche Svanberg, che funge da collante tra centrocampo e attacco tendendo a essere un giocatore più di geometria che di fantasia. E' una squadra che in questo momento paga dazio in attacco, dove manca un vero e proprio bomber d'area di rigore. I rossoblu tendono a spingere molto sulle fasce, tanto che lo slovacco Krejci - originariamente esterno offensivo - è stato adattato a terzino per avere maggior spinta. Attenzione agli esterni d'attacco, dove sia Orsolini che Sansone (per non parlare di Palacio) hanno dato prova di essere giocatori di talento ed affidabilità.