Genoa, Prandelli: "Bisogna essere obiettivi, il Parma non meritava di vincere. Mi aspettavo più palleggio dai crociati"

09.03.2019 21:30 di Vito Aulenti Twitter:   articolo letto 1174 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Genoa, Prandelli: "Bisogna essere obiettivi, il Parma non meritava di vincere. Mi aspettavo più palleggio dai crociati"

L'allenatore del Genoa Cesare Prandelli, intervenuto nella sala stampa del Tardini, ha così parlato dopo il ko di Parma: "Diventa sempre complicato commentare una partita così, c'è un grande rammarico. Siamo molto arrabbiati, perché quando hai la partita in mano devi avere più cattiveria. Può capitare il calcio d'angolo che non c'è, però è una sconfitta immeritata".

Cosa è mancato alla tua squadra nel secondo tempo?
"Nel primo tempo eravamo un po' bassi. Nella ripresa abbiamo creato occasioni importanti e non abbiamo dato al Parma la possibilità di ripartire. Se andiamo al cross 16 volte, dobbiamo attaccare l'area con più giocatori. Se vanno in tre, diventa complicato segnare. Avrei quasi preferito prendere quattro contropiedi, bisogna avere più coraggio".

Hai visto dei miglioramenti?
"Sì, secondo me è stata una delle nostre migliori prestazioni in trasferta. Ci mancano cattiveria e determinazione".

Hai visto il Parma che ti aspettavi?
"Loro non hanno avuto delle opportunità clamorose, nella ripresa hanno fatto meglio. Mi aspettavo un Parma che palleggiasse un po' di più, che cercasse un po' di più situazioni collettive. Noi siamo stati bravi a raddoppiare e ad evitare le ripartenze. La partita l'abbiamo vista, dobbiamo essere obiettivi: oggi il Parma non meritava di vincere".

La gente di Parma ti accoglie sempre a braccia aperte.
"E' sempre una bella emozione. Ho visto tante persone che conoscevo, Parma è una città che mi ha regalato momenti importanti, sia professionali che umani".

Quali sono state le tue sensazioni per il ritorno in questa città?
"Ho dei ricordi meravigliosi, soprattutto legati agli ultimi mesi del secondo anno: lì è successo qualcosa di magico, c'era una sinergia contagiosa, la gente aveva capito che volevamo fare le cose in maniera seria. I giocatori si sono sentiti protetti dalla gente e hanno fatto 4-5 mesi straordinari".

Il VAR ha convalidato il gol del Parma.
"L'angolo non c'era. Nella gara della Roma sono andati a pescare un'azione di 40 secondi prima... Su certe situazioni bisogna avere molta capacità nel leggere le immagini".