Fiorentina, Montella a Sky: "Non mi è piaciuto l'arbitraggio e non ho capito il metro di giudizio"

19.05.2019 17:25 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Fiorentina, Montella a Sky: "Non mi è piaciuto l'arbitraggio e non ho capito il metro di giudizio"

Intervenuto ai microfoni Sky, l'allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella ha così parlato dopo il match di Parma: "Io non parlo mai degli arbitri, però a volte bisogna parlarne, perché a me le domande vengono fatte se perdo una partita. Oggi non ho perso per colpa dell'arbitro, però non ho capito dall'inizio alla fine il metro di giudizio. Non ho capito la gestione, o meglio, forse l'ho capita... E questo mi dà estremamente fastidio, non mi è piaciuto l'arbitraggio. Nel finale ho perso la testa, perché per tutta la partita non ho capito il metro. Ma l'ho detto anche al quarto uomo a fine primo tempo. Ora inizio a fare i nomi degli arbitri quando sbagliano, così come fanno il mio quando sbaglio. Forse c'era anche un rigore su Chiesa, non l'ho rivisto ma i ragazzi mi hanno detto così. Ora dobbiamo ritrovare le energie in vista della gara di domenica prossima. Faccio fatica a commentare il match odierno: il gol a porta vuota, tanti ultimi passaggi sbagliati, salvataggi sulla linea di porta. Sembra una stagione maledetta, ma dobbiamo finirla bene".

E' da un mese che non fate gol.
"Sì, non facciamo gol, ma cosa possiamo dire alla squadra? Se sbagli l'ultima scelta o sprechi gol a porta vuota, forse c'è poca tranquillità: non riesco a trovare un altro motivo".

Rispetto a domenica scorsa, l'approccio è stato buono.
"Sì, tutti gli episodi ci vanno contro. Il gol è venuto da un raddoppio in fascia, non c'era bisogno di far fallo. Veramente va tutto male, però non bisogna fare vittimismo. Dobbiamo rimboccarci le maniche".

Saranno sei giorni difficili a Firenze.
"Sì, è vero. Dobbiamo riunirci e non consumare energie. Non bisogna pensare che sia tutto da buttare, dovremo giocare senza paura".

Perché non hai schierato Muriel dal 1'?
"Perché mi aspettavo un Parma molto chiuso, volevo usare la freschezza di Muriel nell'ultima parte, pensando che potessero aprirsi degli spazi".