Under 13, Manarin: "Ricevute risposte positive da tutti i ragazzi. Il ko di Cesena ci dà stimoli"

 di Vito Aulenti Twitter:   articolo letto 107 volte
Under 13, Manarin: "Ricevute risposte positive da tutti i ragazzi. Il ko di Cesena ci dà stimoli"

In una intervista concessa al sito ufficiale del Parma, il tecnico dell'Under 13 gialloblu Giuseppe Manarin ha così analizzato la netta vittoria conquistata dai suoi ragazzi ai danni del Forlì: "Siamo partiti bene, con un buon atteggiamento: abbiamo aggredito molto alto e sono saltati fuori subito, nei primi sette minuti, tre gol che hanno incanalato la partita su un certo binario. Ma anche il secondo e il terzo tempo sono stati giocati abbastanza bene: la partita è sempre stata sotto controllo. Abbiamo dato anche maggiore spazio a chi fino ad ora aveva giocato un po’ di meno, però ho avuto risposte positive da tutti i ragazzi. Forse abbiamo ecceduto qualche volta in qualche personalismo, ma questo è un difetto dell’età e ci sta".

Nel terzo tempo hanno avuto un paio di occasioni anche gli avversari:
"Sì, ma il nostro portiere Samuele Cavalli ha fatto due ottimi interventi. Magari cambiare molto alle volte può un po’ destabilizzare o forse non eravamo ben concentrati all’inizio del terzo tempo, poi, però, siamo tornati nella loro metà campo. Comunque, tutto sommato, penso che i ragazzi abbiano fatto una prestazione positiva".

Facciamo un passo indietro e parliamo della sconfitta di Cesena. Erano troppo forti i romagnoli?
"E’ stata una partita, come ho già detto, giocata bene da loro e che han vinto meritatamente. Ma noi quella partita non la dimentichiamo: anzi, per noi deve essere un punto di riferimento per migliorare ed arrivare a certi livelli. Se quella partita è andata così non vuol dire assolutamente nulla: ripeto, è un punto di riferimento e ci dà stimoli per migliorare… E poi avremo anche la partita di ritorno: vedremo come andrà".

Nel torneo ci sono anche altre squadre 'rompiscatole':
"A parte il Cesena, che si sta staccando un po’ è un campionato piuttosto equilibrato nelle zone alte, con Reggiana, Bologna, noi e il Sassuolo: è un bel campionato, e vedremo alla fine cosa succederà”.