"Personalità" crocevia del Parma, finora è mancata ma c'è ancora tempo

 di Nico D'Agostino  articolo letto 238 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
"Personalità" crocevia del Parma, finora è mancata ma c'è ancora tempo

Poche sono le costanti del Parma ammirato in questo primo scorcio di serie B, una di esse appare essere la parziale mancanza di personalità. Intendiamoci, ci sono state gare interpretate bene, altre in cui la reazione c'è stata e poi bisogna fare i conti anche con gli avversari. Tuttavia, quello che emerge analizzando le otto gare dei crociati, è che in quelle partite in cui la formazione ducale sembrava godere dei favori del pronostico, si è palesato un deficit comportamentale nell'approccio e/o gestione delle stesse gare: mi riferisco soprattutto alle prestazioni offerte contro Brescia, Salernitana e Palermo. Infatti, in questi incontri i crociati hanno affrontato delle squadre rimaneggiate negli uomini e nelle scelte a causa di infortuni e assenze per convocazioni in nazionale, ma l'atteggiamento assunto dai gialloblù ha evidenziato una (per me grave) mancanza di personalità. Con il Brescia ci sono le attenuanti del campo allagato, ma la squadra ducale non è riuscita a mettere sotto l'avversario (se non in pochi momenti) per portare a casa una vittoria preziosa. Contro i campani, dopo un ottimo inizio ed il doppio vantaggio, gli uomini di D'Aversa hanno arretrato il baricentro soffrendo l'aggressività granata e perdendo lucidità nella gestione del pallone e del risultato. A Palermo, infine, contro le riserve rosanero, ci saremmo aspettati un approccio più intraprendente e d'assalto, al fine di intimorire i giovani di Tedino, ed invece l'inizio ducale è stato eccessivamente prudente, consentendo ai siciliani di prendere coraggio ed entusiasmo con il gol di La Gumina. Sono convinto che, pur non vantando la migliore rosa della cadetteria, un Parma più aggressivo, senza timori reverenziali e con maggiore personalità, potrebbe recitare un ruolo da assoluto protagonista in un campionato tanto livellato ed equilibrato che avrebbe già potuto guidare se avesse interpretato meglio le suddette tre gare.