Palladino: "Quando mi chiamò Juric non ero convinto: ero reduce dal fallimento del Parma"

 di Giuseppe Emanuele Frisone  articolo letto 299 volte
© foto di Federico Gaetano
Palladino: "Quando mi chiamò Juric non ero convinto: ero reduce dal fallimento del Parma"

Intervenuto ai microfoni de Il Secolo XIX, l'attaccante del Genoa Raffaele Palladino ha parlato del suo rapporto con l'allenatore del Grifone Juric: "Quando il mister mi chiamò per giocare nel Crotone non ero molto convinto: venivo dal fallimento del Parma, pensavo alla Serie A. Poi mi sono ricreduto, guardando come giocavano, e penso fosse la scelta migliore che potessi fare". L'attaccante ha poi citato il suo passato al Parma anche in ottica Juventus, prossima avversaria in campionato del Genoa: "Noi possiamo giocarcela con chiunque, abbiamo ridato entusiasmo ai nostri tifosi. Quando affrontai la Juventus con il Parma, allo Stadium rimasi in panchina. E' uno stadio che impressiona, certo, ma non dobbiamo farci intimorire: è durissima, ma non impossibile".