Cittadella, Scaglia: "Parma, due tiri in porta e due gol. Espulsione di Adorni discutibile"

 di Vito Aulenti Twitter:   articolo letto 668 volte
© foto di Diego Fornero/TorinoGranata.it
Cittadella, Scaglia: "Parma, due tiri in porta e due gol. Espulsione di Adorni discutibile"

Intervenuto ai microfoni di PadovaSport.tv, il difensore del Cittadella Filippo Scaglia ha così analizzato il ko interno col Parma: "Il mio ritorno in campo non è coinciso con un risultato positivo? Le partite non le vince mai un giocatore solo. E' stato molto bello rientrare, ho sofferto tanto per il lungo infortunio. Dal punto di vista personale è andata bene, però mi spiace parlare di una partita che è andata in questo modo, perché la prestazione c'è stata. Su due tiri abbiamo preso due gol, mentre noi per segnare dobbiamo tirare cento volte in porta. Dobbiamo migliorare".

Tutto ruota attorno all'episodio dell'espulsione di Adorni:
"Non so come l'abbia valutato l'arbitro. Lui ha detto di aver visto una distanza tra me e Calaiò di un metro, un metro e mezzo. Io non pensavo di essere a un metro e mezzo, però dal campo è difficile giudicare. Di certo io sono lì e posso ancora recuperare...".

Mi sembra un po' esagerato giudicare 'chiara occasione da gol' un'azione che si stava sviluppando a 25 metri dalla porta...
"E' discutibile definirla 'chiara occasione da gol', perché Calaiò era lontano e io ci sarei potuto arrivare. Poi siamo qui a parlare di niente, perché nel corso della partita c'è stato anche un rigore che l'arbitro non ci stava dando. Si trattava di un penalty solare".

Al di là degli episodi, non si è visto il miglior Cittadella della stagione:
"Io non recrimino sugli episodi, perché tanto si compensano nell'arco della stagione. Sicuramente dobbiamo e possiamo far meglio, c'è poco da parlare: dobbiamo solo lavorare e stare tranquilli, perché c'è un campionato intero da giocare. Sicuramente vogliamo toglierci delle grandi soddisfazioni".