Focus - Una partenza incoraggiante: il confronto con le ultime stagioni in A dopo i primi otto turni

12.10.2018 14:14 di Giuseppe Emanuele Frisone  articolo letto 496 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Focus - Una partenza incoraggiante: il confronto con le ultime stagioni in A dopo i primi otto turni

Approfittando della sosta per le Nazionali, possiamo trarre un bilancio di questo primo scorcio di campionato in casa Parma. Naturalmente il bilancio non può che essere positivo, con la squadra crociata attualmente nella pagina sinistra della classifica, in barba ai quotisti che prima dell'inizio della stagione davano gli emiliani tra i favoriti alla retrocessione. Ovviamente siamo solo all'inizio, ma proprio per questo abbiamo preparato una statistica approfondita che vede un confronto con le ultime stagioni del Parma in Serie A. Il confronto riguarda le prime otto giornate.

Partiamo proprio dal percorso fatto in questa stagione, andando dunque a ritroso negli anni. La partenza di quest'anno è una delle migliori in assoluto, prendendo in considerazione i campionati a partire dal secondo ritorno del Parma in Serie A (stagione 2009/2010). La squadra di D'Aversa è arrivata all'ottava giornata con un percorso progressivo, che ha cominciato a emergere con il colpo esterno di San Siro. Tra l'altro, i crociati quest'anno hanno già affrontato tre big in otto gare (Juventus, Inter e Napoli), il che dà ulteriore valore a quanto fatto sino a questo punto. Oltretutto, tra i campionati presi in esame, è curiosamente l'unico in cui la differenza reti dei crociati è in saldo positivo: +1.

2018/2019: 13 punti, 10 gf, 9 gs

Parma-Udinese 2-2
SPAL-Parma 1-0
Parma-Juventus 1-2
Inter-Parma 0-1
Parma-Cagliari 2-0
Napoli-Parma 3-0
Parma-Empoli 1-0
Genoa-Parma 1-3

Prima di questa stagione, l'ultimo campionato del Parma fu disastroso per le vicende che tutti i tifosi ricordano con amarezza. In questo caso c'è poco da raccontare: nelle prime otto giornate il Parma riuscì a strappare solo una vittoria (tra l'altro in trasferta), collezionando per il resto solo sconfitte. Va detto che la crisi societaria non era ancora così acuta come lo sarebbe stata nei mesi successivi, ma il Parma arrivava comunque dalla delusione per la qualificazione in Europa League ottenuta sul campo e poi negata. Da notare, tra l'altro, come in quelle otto giornate furono affrontate solo due big, e per giunta in casa: in condizioni diverse, il Parma avrebbe potuto sfruttare meglio il calendario.

2014/2015: 3 punti, 12 gf, 20 gs
Posizione finale: 20°

Cesena-Parma 1-0
Parma-Milan 4-5
Chievo Verona-Parma 2-3
Parma-Roma 1-2
Udinese-Parma 4-2
Parma-Genoa 1-2
Atalanta-Parma 1-0
Parma-Sassuolo 1-3

Andiamo ora alla stagione 2013/2014, quella del centenario e della qualificazione in Europa, con Donadoni in panchina. Al di là del sesto posto finale, l'avvio non fu così scoppiettante: anzi, fu parecchio preoccupante, con appena due punti totalizzati in quattro giornate. La sterzata decisiva arriverà solo più avanti. In ogni caso, già tra la quinta e l'ottava giornata le cose migliorarono, con il Parma che poté chiudere questo ciclo a quota 9 punti, distante comunque tre lunghezze da quanto ha fatto la squadra di D'Aversa in questa stagione. 

2013/2014: 9 punti, 13 gf, 15 gs
Posizione finale: 6°

Parma-Chievo Verona 0-0
Udinese-Parma 3-1
Parma-Roma 1-3
Catania-Parma 0-0
Parma-Atalanta 4-3
Fiorentina-Parma 2-2
Parma-Sassuolo 3-1
Hellas Verona-Parma 3-2

Andando indietro nel tempo, passiamo alla stagione 2012/2013. L'andamento è molto simile a quello del campionato 2013/2014 appena analizzato, con nove punti nelle prime otto. Era un Parma poco propenso a far gol (una media di uno a partita), e che anche in questo caso affrontò tre big (di cui due in trasferta) nelle prime otto giornate. Un calendario insomma complicato, che tuttavia i crociati riuscirono ad affontare abbastanza bene. Quel campionato venne chiuso con un onorevolissimo decimo posto, nella parte sinistra della classifica.

2012/2013: 9 punti, 8 gf, 11 gs
Posizione finale: 10°

Juventus-Parma 2-0
Parma-Chievo Verona 2-0
Napoli-Parma 3-1
Parma-Fiorentina 1-1
Genoa-Parma 1-1
Parma-Milan 1-1
Catania-Parma 2-0
Parma-Sampdoria 2-1

Ancora meglio si riuscì a fare nel campionato 2011/2012, con 10 punti dopo otto giornate. Eppure fu una stagione un po' strana, iniziata con Franco Colomba in panchina e poi terminata da Roberto Donadoni, che incominciò così la sua lunga avventura a Parma. Nonostante un paio di brutte battute d'arresto (1-4 con la Juventus, 0-3 con la Fiorentina), quel Parma partì piuttosto bene, dimostrando anche una certa confidenza con il gol (12 reti). Da segnalare anche il colpo esterno sul campo del Napoli, grazie alle reti di Gobbi e Modesto.

2011/2012: 10 punti, 12 gf, 16 gs
Posizione finale: 8°

Parma-Catania 3-3
Juventus-Parma 4-1
Parma-Chievo Verona 2-1
Fiorentina-Parma 3-0
Parma-Roma 0-1
Parma-Genoa 3-1
Napoli-Parma 1-2
Parma-Atalanta 1-2

Non particolarmente positivo, invece, il campionato 2010/2011, che ricordiamo per la parentesi di Pasquale Marino. Tanti pareggi, ben quattro nelle prime otto gare, con una sola vittoria nella prima giornata di campionato (2-0 contro il Brescia). Un po' poco per una squadra partita con ben altre aspettative, che si presentò all'ottava di campionato con un magrissimo bottino di appena 6 reti segnate. Decisamente deludente come risultato per uno come Marino che arrivò a Parma con un biglietto da visita di allenatore cui piaceva giocare all'attacco. Neanche il resto della stagione fu particolarmente soddisfacente, a parte una bella vittoria sulla Juventus per 4-1, tanto che il tecnico verrà sostituito nel finale di campionato da Franco Colomba.

2010/2011: 7 punti, 6 gf, 8 gs
Posizione finale: 12°

Parma-Brescia 2-0
Catania-Parma 2-1
Parma-Genoa 1-1
Lecce-Parma 1-1
Fiorentina-Parma 2-0
Parma-Milan 0-1
Cesena-Parma 1-1
Parma-Roma 0-0

Dei campionati presi in esame, l'unico in grado di far meglio del Parma di Roberto D'Aversa fu quello di Francesco Guidolin. Interessanti le analogie tra quelle squadre: anche in questa occasione il Parma era una neopromossa, e anche quell'anno i crociati debuttarono contro l'Udinese. Del campionato con Guidolin in panchina si ricorda anche il bel successo esterno contro la Lazio: quattro vittorie in otto gare, assieme ai pareggi contro Udinese e Sampdoria, proiettarono il Parma a 14 punti in 8 partite. Un gran bel bottino, considerando anche che il Parma terminerà quel campionato all'ottavo posto, sfiorando così una clamorosa qualificazione europea da neopromossa.

2009/2010: 14 punti, 10 gf, 10 gs
Posizione finale: 8°

Udinese-Parma 2-2
Parma-Catania 2-1
Inter-Parma 2-0
Parma-Palermo 2-1
Lazio-Parma 1-2
Parma-Cagliari 0-2
Sampdoria-Parma 1-1
Parma-Siena 1-0