Focus - Perugia, difesa incerottata ma attenzione al terzo miglior attacco della B

 di Federico Montjourides  articolo letto 330 volte
© foto di Federico Gaetano
Focus - Perugia, difesa incerottata ma attenzione al terzo miglior attacco della B

Il Perugia che affronta domenica il Parma al Tardini aveva iniziato il campionato con alcune roboanti vittorie tra cui l’1 a 5 rifilato all’Entella a Chiavari la prima giornata, il 4 a 2 casalingo contro,il Pescara nonché il 3 a 0 al Parma sempre al Curi. In tali gare emerse il potenziale d’attacco dei biancorossi grazie ai gol di Han, Di Carmine, dell’ex crociato Alberto Cerri e di Bonaiuto. Un mix dotato delle qualità e dei numeri giusti per puntare almeno ai playoff. Tuttavia, dal 30 settembre in poi il Perugia inciampò in una serie di cinque sconfitte consecutive che portarono la dirigenza  biancorossa ad esonerare il tecnico Giunti e a sostituirlo con Roberto Breda. Tuttavia, la svolta auspicata dalla società non è arrivata e da qualche tempo si sentono voci di un possibile ritorno di Giunti o dell'arrivo di Mandorlini.

Il modulo di Breda
L’ex tecnico di Salernitana e Reggina predilige generalmente il 4-2-3-1. Tuttavia, date le numerose assenze in difesa nella gara del Tardini, potrebbe optare per il 3-5-2 schierando  Leali tra i pali; Volta, Zanon, Nura in difesa; Pajac, Colombatto, Bandinelli, Kouan, Del Prete in mediana; il duo Cerri-Di Carmine in avanti.

La classifica
La squadra umbra occupa attualmente il dodicesimo posto in classifica con 30 punti, gli stessi della Salernitana ed uno in meno d del Pescara. Si trova quindi a 5 lunghezze dalla zona playoff e a 6 dal Parma.

Le statistiche
Il Grifo ha vinto solo due volte in trasferta perdendo cinque gare e pareggiandone altrettante. La squadra di Breda vanta il terzo miglior attacco del campionato cadetto ma subisce molti gol, ben 39 ovvero 19 più del Parma. 

Gli uomini chiave
Da tenere sott’occhio è sicuramente il reparto avanzato degli umbri che ha messo insieme fin ora 40 gol, 9 più del Parma. La fisicità di Cerri e la tecnica di Di Carmine saranno probabilmente le frecce d'attacco che Breda schiererà al Tardini. L’attaccante originario di Firenze, cercato dal Parma nel mercato estivo così come in quello invernale appena concluso, è attualmente il secondo miglior marcatore della serie cadetta con 13 gol. Il giovane Kouan, ivoriano di 18 anni che ha segnato all’esordio in B contro l’Entella per poi ripetersi nella vittoria contro il Pescara risultando la sorpresa del mese di gennaio, potrebbe inoltre mettere in difficoltà la retroguardia crociata con la sua rapidità.

Gli ex della partita 
Detto di Alberto Cerri, parmense cresciuto nelle giovanili del Parma con cui ha debuttato anche in Serie A, gli umbri vedono tra le proprie fila Pablo Hernan Dellafiore, difensore arrivato in gennaio e con un passato in crociato tra il 2009 e il 2011 nonché il terzino Luca Germoni che nella prima parte della stagione in corso ha vestito proprio la maglia dei ducali. Proprio l'Italia-argentino schierato nelle prime due gare del girone di ritorno sembrava aver dato più compattezza e solidità alla difesa di Breda.

Gli indisponibili
Oltre alle squalifiche di Belmonte e Gonzalez, Breda dovrà fare a meno molto probabilmente anche di Dellafiore infortunatosi nel riscaldamento prepartita di domenica scorsa contro il Cittadella.