Focus - Bari, quanti giocatori! I pugliesi han cambiato tantissime facce in questi anni

 di Giuseppe Emanuele Frisone  articolo letto 234 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
Focus - Bari, quanti giocatori! I pugliesi han cambiato tantissime facce in questi anni

Prossima avversaria in campionato del Parma, la squadra del Bari negli ultimi anni è sempre stata ai blocchi di partenza della Serie B con speranze di promozione, che poi sono state disattese. Le cose per i pugliesi adesso sembrano andare meglio, visto il momentaneo secondo posto in campionato della formazione di Grosso. C'è da dire che una cosa che caratterizza le squadre costruite dal Bari negli ultimi anni è l'aver variato tanto di stagione in stagione, senza però riuscire a fare il salto decisivo. Risale infatti al 2010/2011 l'ultima stagione in Serie A della formazione pugliese: tra le squadre attualmente accreditate alla promozione nel massimo campionato, è quella che manca dalla A da più tempo.

Quest'anno, infatti, la squadra ha compiuto sin qui 22 movimenti in entrata (riscatti compresi, come quelli di Galano e Raicevic, quest'ultimo poi passato alla Pro Vercelli), per un esborso (secondo il portale Transfermarkt) di poco più di 1 milione di euro. L'anno scorso furono 29 gli acquisti complessivi, da sommare ai 24 acquisti della stagione 2015/2016. Tali conteggi, peraltro, escludono i giocatori rientrati dal prestito ad altre squadre. Insomma, è evidente come nella squadra pugliese non ci sia moltissima continuità a livello di rosa, anche se quest'anno ci sono 12 giocatori che han fatto parte della formazione dello scorsa stagione. Basti pensare che, rispetto a due stagioni fa, solo cinque sono i giocatori che già allora erano in rosa (e uno di questi, Galano, nel frattempo ha avuto anche un'esperienza a Vicenza).

Il materiale umano a disposizione di Grosso, insomma, è sostanzialmente diverso, e c'è da giurare che i pugliesi potrebbero intervenire sul mercato anche a gennaio. Vedremo se riusciranno a continuare così, magari centrando finalmente quella promozione che confermerebbe la bontà dei tanti interventi sul mercato.