Focus - A Torino sfida tra bomber: Belotti contro Inglese. Ma gli stati d'animo saranno differenti

06.11.2018 22:17 di Giuseppe Emanuele Frisone  articolo letto 332 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Focus - A Torino sfida tra bomber: Belotti contro Inglese. Ma gli stati d'animo saranno differenti

Cominciamo ad avvicinarci al match tra Torino e Parma, in programma nel prossimo weekend e valido per la dodicesima giornata di campionato. Sarà una sfida molto interessante sotto diversi punti di vista, e i crociati saranno inoltre chiamati alla riscossa, dopo che i numeri delle ultime giornate lasciano presagire delle preoccupazioni: un punto e zero gol fatti nelle ultime tre gare. Tra tutti i vari aspetti, scegliamo di approfondire quella che sarà la sfida dei due bomber: il confronto infatti sarà anche tra Andrea Belotti e Roberto Inglese

Entrambi sono giocatori che con il gol ci sanno decisamente fare, come hanno dimostrato nelle passate stagioni. I due, tuttavia, saranno di scena nel match con stati d'animo presumibilmente diversi. Partiamo da Belotti: la sua stagione parla finora di 4 reti in 11 partite (più due in Coppa Italia), per il capitano granata che arriva a questo match galvanizzato dalla doppietta contro la Sampdoria. Eppure, fino alla scorsa giornata, i numeri non erano stati eccezionali per l'attaccante ex Palermo, visto che aveva totalizzato solo due gol, di cui uno peraltro ininfluente nella sconfitta contro il Napoli. Insomma, per Belotti ci sarà rinnovata fiducia e grande entusiasmo, con cui il Torino vorrà cercare di centrare la seconda vittoria consecutiva.

Diversa, invece, la stagione di Roberto Inglese sino a questo momento. La punta, che tra pochi giorni compirà ventisette anni, aveva infatti iniziato benissimo, siglando un gran gol all'esordio nel pari contro l'Udinese. Senza dimenticare il gol che ha aperto le marcature nel 2-0 contro il Cagliari. Inoltre, l'attaccante di Lucera è stato fondamentale anche nell'economia del gioco della squadra di D'Aversa: la sua fisicità infatti è l'ideale per far salire la squadra e aprire spazi ideali per gli inserimenti degli esterni offensivi e delle mezzali. Dopo un inizio positivo, però, l'apporto di Inglese è venuto un po' meno: non per demeriti dell'attaccante, ma piuttosto per qualche problema a livello di infortuni. L'aspetto positivo è che già contro il Frosinone il giocatore ha disputato gli ultimi minuti della gara, quindi probabilmente sarà recuperato completamente per Torino.

Stati d'animo dunque diversi tra i due bomber: galvanizzato Belotti, arrabbiato per gli infortuni e desideroso dunque di riscatto, invece, Inglese. Ma sommando i fattori il risultato non cambia: entrambi, presumiamo, saranno motivatissimi a giocare al massimo per aiutare il proprio team a conquistare i tre punti.