PL - Todeschi (Libertà): "Il Piacenza può non solo battere il Parma, ma anche vincere i playoff"

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA
 di Vito Aulenti Twitter:   articolo letto 1295 volte
© foto di Alberto Mariani
PL - Todeschi (Libertà): "Il Piacenza può non solo battere il Parma, ma anche vincere i playoff"

Intervenuto ai nostri microfoni, il giornalista di Libertà Corrado Todeschi, grande conoscitore del mondo Piacenza, ha così parlato del derby col Parma: "Sono convinto che il Piacenza possa mettere in difficoltà il Parma, innanzitutto perché non ha pressioni particolari e poi perché ci arriva in grande fiducia dopo il successo nel primo turno col Como. Inoltre, secondo me, la squadra biancorossa ha a disposizione delle armi che il Parma può soffrire".

Quali, ad esempio?
"La corsa e il dinamismo di certi giocatori. Mi riferisco in particolare a Saber e Taugourdeau, i quali, nonostante siano elementi meno blasonati dei vari Scozzarella, Munari e Scavone, possono creare senz'altro molti problemi ad un centrocampo come quello del Parma".

Qual è il giocatore chiave del Piacenza? 
"Se è in giornata, Saber può davvero rivelarsi un giocatore fondamentale per il Piacenza".

Secondo te, Franzini confermerà il 5-3-2 o studierà qualcosa di nuovo per l'occasione?
"Ho dei dubbi al riguardo. Il 5-3-2 è il modulo che ha fatto le fortune del Piacenza negli ultimi tempi, però affrontare un tridente con una difesa a tre non so se sia proprio la soluzione ideale. A mio avviso Franzini sta studiando qualcosa di nuovo per tentare di arginare un attacco come quello del Parma: non mi stupirei se il Piacenza tornasse a difendere a quattro".

Come si gestisce un doppio confronto? 
"Sotto questo aspetto, il Piacenza ha più problemi, perché la panchina non è così ricca come quella del Parma. C'è da dire, però, che la compagine di Franzini è in uno stato di forma invidiabile, quindi potrebbe anche reggere questo doppio confronto così ravvicinato".

Panchina corta a parte, qual è il punto debole dei biancorossi?
"Per tutta la stagione ci sono stati un po' di dubbi sul portiere Miori, che ha alternato grandi prove a qualche incertezza, soprattutto nelle uscite. Però direi che altri punti deboli la squadra non ne abbia, anche perché altrimenti non sarebbe arrivata sino a questo punto".

Che aria si respira in città?
"C'è grande attesa. Per la prima volta dopo tanti anni, si va verso il tutto esaurito. E non era così scontato in una città come Piacenza, un po' fredda dal punto di vista calcistico. In questo caso invece c'è fermento, in molti stanno acquistando il biglietto".

Pronostico secco: secondo te chi andrà in B?
"Io dico il Piacenza. C'è un entusiasmo che potrebbe mettere davvero a rischio il Parma, anche se sulla carta non c'è confronto".