Tre punti dall'Europa e tre gare da Europa. La classifica è ancora bella ma dietro non dormiranno per sempre

06.11.2018 21:22 di Sebastian Donzella  articolo letto 436 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Tre punti dall'Europa e tre gare da Europa. La classifica è ancora bella ma dietro non dormiranno per sempre

Torino, Sassuolo e Milan. Il tutto a tre punti dall'ultimo treno per l'Europa. Nonostante il Parma sia uscito ridimensionato dagli scontri con Lazio, Atalanta e, in parte, anche Frosinone, la classifica continua a sorridere ai gialloblù di mister D'Aversa. I 14 punti fin qui accumulati, da neopromossa, in undici partite, permettono ai ducali di dormire ancora sonni tranquilli in chiave salvezza e, magari, di buttare l'occhio un po' più su. In realtà, con grande pragmatismo, bisogna rilevare come le prossime tre sfide per i parmigiani saranno difficilissime, contro tre club in forma che non hanno voglia di perdere punti contro una squadra candidata alla salvezza.

Il Torino arriva dal poker rifilato alla Sampdoria, il Sassuolo gioca un calcio spettacolare e anche vincente con mister De Zerbi, il Milan ha imparato a far sue le partite sporche nei minuti finali e, comunque, resta sempre il Milan. In queste tre gare, che conducono allo spareggio salvezza col Chievo, il Parma dovrà innanzitutto cercare di limitare i danni, provando a muovere la classifica come e quante volte potrà. Anche perché là dietro, e il Frosinone lo sta dimostrando ampiamente in queste ultime settimane, non dormiranno per sempre e, nonostante i punti di vantaggio dalla zona rossa siano otto, ritrovarsi con le spalle al muro sarà facilissimo se dal trittico terribile si uscirà con le ossa rotte.