Per tornare alla vittoria, bisogna ritrovare il gol: Emanuele, Yves e Manuel, è ora di rompere il digiuno. Col Sudtirol gara speciale per D'Aversa: con gli altoatesini per rinascere, proprio come all'andata

 di Vito Aulenti Twitter:   articolo letto 324 volte
Per tornare alla vittoria, bisogna ritrovare il gol: Emanuele, Yves e Manuel, è ora di rompere il digiuno. Col Sudtirol gara speciale per D'Aversa: con gli altoatesini per rinascere, proprio come all'andata

Se l'anno scorso il Parma aveva il proprio punto di forza nella difesa, in questo campionato la squadra crociata ha costruito le sue fortune sull'attacco. Stando ai numeri, infatti, la formazione di D'Aversa è terza nella classifica dei gol fatti, dietro solamente alla capolista Venezia (di una sola lunghezza) e allo straripante Pordenone. In diverse occasioni, a togliere le castagne dal fuoco sono stati Yves Baraye, Emanuele Calaiò e Manuel Nocciolini, capaci - con le loro qualità - di cambiare completamente volto alle partite, anche a quelle più difficili. Non è stato così negli ultimi due incontri, che guarda caso sono terminati con due sconfitte e zero reti per la compagine ducale, apparsa molto meno lucida e tranquilla rispetto al solito. In attesa che la squadra ritrovi certezze, serenità e gioco, è fondamentale che il super tridente gialloblu si carichi sulle spalle le responsabilità del Parma e torni a gonfiare la rete, aiutando così D'Aversa a ritrovare una vittoria che sarebbe di fondamentale importanza in chiave secondo posto.

A proposito di Roberto D'Aversa, quella di lunedì sera col Sudtirol sarà una gara speciale per lui, che ha cominciato la sua avventura sulla panchina crociata poco più di quattro mesi fa, proprio contro la compagine altoatesina. Il successo di misura (firmato Nocciolini) colto all'andata in quel di Bolzano ha in qualche modo rappresentato la rinascita del Parma, il quale, a partire da allora, ha inanellato un'importante serie di risultati utili consecutivi, tornando clamorosamente a lottare per la vetta, quantomeno fino a metà marzo. L'ex tecnico della Virtus Lanciano si augura che i biancorossi possano portare nuovamente bene al suo Parma, che se vuole conservare il secondo gradino del podio ed arrivare ai playoff nelle migliori condizioni possibili, deve necessariamente tornare a vincere.